Rete civica del Comune di Firenze
Indice A-Z
testata per stampa

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

  Home » Affidamento e adozione » Affidamento» Il percorso
testo piccolo testo medio testo grande Stampa la pagina RSS Twitter Facebook

Il percorso

    Come si diventa affidatari

    Le persone residenti nel Comune di Firenze che desiderano offrire la propria disponibilità per l’affidamento familiare, possono contattare il Centro affidi.
    Successivamente ad un primo colloquio si accede ad un iter che prevede un percorso di formazione in gruppo e  dei colloqui di conoscenza alla fine dei quali verrà delineata la propria disponibilità.

    Il percorso individuato per i nuclei che si rendono disponibili per l'affidamento è il seguente:

    • un incontro informativo: sulla realtà dell'affidamento familiare tra gli operatori del Centro affidi e la coppia o il single;
    • la partecipazione a un gruppo di formazione che prevede quattro incontri, uno a settimana, incentrati sulle principali caratteristiche e dinamiche nell’affido, più un colloquio finale con gli operatori su quanto emerso;
    • se la coppia o il single decidono di proseguire nel percorso, svolgeranno colloqui di individuali e di coppia con gli operatori del Centro.

    Se la famiglia conferma la propria disponibilità, viene inserita nella banca dati. 

      Il progetto di affidamento

      Ogni percorso di affidamento va pensato e realizzato in funzione della storia specifica di ciascun bambino.
      Per questo si parla di progetto educativo personalizzato, in cui verranno individuati gli obiettivi dell’intervento, la sua durata, gli impegni assunti dai servizi e dalle famiglie.
      Il progetto sarà flessibile per rispondere alle modificazioni che interverranno nel tempo nella situazione del minore e della sua famiglia, la quale potrà avvalersi di interventi di supporto finalizzati al superamento delle difficoltà e alla crescita delle capacità genitoriali.

      Il Centro affidi recepisce la richiesta di un nucleo affidatario per il bambino da parte dei Servizi sociali che lo seguono ed individuano i nuclei disponibili al fine di un adeguato abbinamento fra le esigenze del bambino e della sua famiglia e le disponibilità della famiglia affidataria.

      Gli operatori svolgeranno un costante monitoraggio dell’affido, individuando gli interventi di sostegno alla famiglia naturale e al bambino (Servizi sociali e specialistici del territorio) e alla famiglia affidataria (Centro affidi).

         
        twitterfacebookyoutube

        città di firenze
        Comune di Firenze
        Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
        50122 FIRENZE
        P.IVA 01307110484

        Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006